Blog
Le rivelazioni di un gentleman che frequenta le escort

Le rivelazioni di un gentleman che frequenta le escort

La discrezione e la privacy sono importanti per tutti, ma più si sale di popolarità e celebrità, più queste caratteristiche diventano fatali e letali: basta infatti pochissimo, una confidenza alla persona sbagliata, una voce filtrata nell'ambiente, un semplice rumor, per scatenare una serie di problemi, situazioni imbarazzanti, scandali, disagi, imbarazzi, conseguenze, che tutte assieme possono essere paragonate ad un terremoto capace di distruggere la reputazione, la vita privata, la vita sentimentale, la vita professionale di un uomo o una donna. Ecco perché quanto stiamo per scrivere è estremamente delicato e raro, visto che un noto gentleman italiano che usufruisce dei servizi offerti dalle accompagnatrici di lusso ha deciso di rivelarci come funziona il mondo dell'escorting di alto livello visto dalla parte del cliente, e ci svelerà come lui sceglie una escort per se stesso o per altri.

“Privacy non significa nascondere agli altri la mia vita privata. Significa evitare che la vita privata degli altri irrompa nella mia.”

E' con questa citazione che Eugenio (nome di fantasia) inizia la sua intervista a 1001notte, con il chiaro intento di invitarci a non lasciarci sfuggire dettagli e particolari sulla sua persona, tali da renderlo riconoscibile, pur essendo ben lieto di raccontarci alcuni lati segreti della sua vita privata, e noi naturalmente rispettiamo ed accogliamo la sua raccomandazione e condividiamo la sua filosofia mantenendo e garantendo il suo totale anonimato.

Eugenio, il gentleman che ama le donne di classe a pagamento

Eugenio non è un VIP, anche se appare talvolta su notiziari TV locali e molto spesso è citato e ritratto nei quotidiani cartacei e online della regione. La regione è del nord-est. Le sue apparizioni sono legate alla sua professione, al ruolo che ricopre. Eugenio ha delle competenze elevate e nel suo settore è molto autorevole. Da lui dipendono tante cose e tante persone. Diciamo che è un personaggio importante, molto conosciuto, ma soprattutto un uomo che conosce moltissime persone, di tutti i ceti sociali, dai più bassi ai più alti. Per usare una frase che rende l'idea si può decisamente dire che Eugenio "ha un notevole giro di contatti".

Eugenio è un over 50 con famiglia, di aspetto normale ma affascinante, curato, sempre elegante, intelligente ed ironico, sportivo quanto basta, socievole e alla mano, per niente snob, senza la puzza sotto il naso, ha il suo stile personale, a volte discutibile, competente nel suo lavoro, ha degli hobbies impegnativi legati al mare, ed una risaputa adorazione smisurata verso le donne, e le donne o lo amano o lo odiano, per via del suo orientamento politico. Proprio sulle donne usa questa metafora:

“Tutte le donne sono belle e tutte meritano il rispetto, ma certe donne hanno il maledetto potere di farmi perdere la testa, e non posso farci nulla, l'unica manovra che posso fare è prendere l'onda di prua per evitare di ribaltarmi"

Eugenio ha origini meridionali, ed è consapevole di avere ancora una mentalità tipica del sud, e ci confessa quasi sussurrando che secondo lui ci sono solo due categorie di donne: le suore e le puttane! Ma lo dice senza malignità, senza voler offendere nessuno, quasi come una semplice battuta. Ci racconta che una volta fece questa stessa affermazione mentre era presente anche sua moglie, e sua moglie gli chiese: "Ed io, a che categoria appartengo?" e con la sua tipica prontezza le rispose "Tu non sei una suora!" facendo ridere tutti i presenti, moglie compresa. Detto questo, e confidando nella nostra discrezione, Eugenio non ha timore a dirci che per appagare il suo appetito sessuale, ma soprattutto per godere della presenza di una donna di quelle che gli fa perdere "maledettamente" la testa, non si fa scrupoli a pagarle, e qui scatta la nostra prima domanda:

Perché un gentleman sceglie di "comprare" la compagnia di una donna?

Operando nel settore del turismo e dei grandi eventi Eugenio conosce già migliaia di donne di tutto il mondo e per lavoro ne incontra di nuove tutte i giorni, da semplici hostess o interpreti fino a modelle ed attrici, specie nel periodo della Mostra del Cinema che si tiene a Lido di Venezia, un evento che richiama personaggi famosi da tutto il mondo, con un indotto colossale in termini organizzativi, senza considerare il "dietro le quinte" che operatori e giornalisti non possono nemmeno immaginare. Perché un uomo come Eugenio, protagonista e fulcro di eventi mondani, attorniano da bellissime donne, si rivolge alle accompagnatrici a pagamento?

“Lo so è paradossale, per la mie indole maschile vedere tutte quelle belle donne, eleganti e celebri, è come trovarmi in un mare in tempesta, e mi riferisco ai miei ormoni. Ma è essenziale mantenere separati costantemente il lavoro dal piacere; un solo passo falso, una battuta di troppo, anche solo un complimento informale, o una goliardica avance, può trasformarsi in un casino, specie negli ultimi anni, visto come fioccano le denunce per presunte molestie sessuali. Anche solo corrispondere alle evidenti ed esplicite avances di qualche donna mi terrorizza e mi blocca. Certo ne sono lusingato, ma il rischio è troppo alto, specie con le giovanissime, il loro splendore è direttamente proporzionale alla loro pericolosità. L'idea di finire nella graticola mediatica per aver ceduto al piacere della carne mi fa diventare immediatamente vegetariano! Considero i riflettori ed il red carpet un bel palcoscenico, che mi ispira e mi stimola, ma preferisco andare a pescare in acque torbide, dove si pesca meglio, come diceva Tony Curtis in una celebre battuta del film Operazione Sottoveste, quel film del 1959 che parla del sottomarino rosa."

La risposta di Eugenio è eloquente ed esaustiva: essere un noto personaggio, essere celebre, essere potente, essere un gentleman, porta l'immaginario collettivo a pensare che le relazioni sessuali occasionali siano "facili" mentre in realtà sono l'opposto. L'esporsi, anche solo per una volta, può creare la crepa che fa crollare l'intera diga, professionalmente parlando, un rischio che un uomo di un certo rango non può permettersi, e questo spiega perché non solo Eugenio ma anche tantissimi altri gentlemen preferiscono pagare una professionista della discrezione, proprio come dice Eugenio:

Io ho imparato che le escort di alto livello oltre ad essere splendide e piene di classe sono soprattutto regine indiscusse della discrezione, e questo per me non ha prezzo!

Escort di alto livello discrete ed affidabili, dove e come trovarle?

Eugenio ha ragione da vendere, cercare compagnia femminile attingendo tra le conoscenze della propria cerchia di contatti e amicizie, oppure dal proprio ambito lavorativo, pur essendo pieno zeppo di occasioni e con tipologie femminili di ogni genere, è un gioco che non vale la candela, e per dirla all'inglese the game is not worth the candle. Ecco perciò che nasce l'esigenza di trovare altrove la donna perfetta per una relazione occasionale, che però garantisca privacy e discrezione, ma dove? Abbiamo posto la domanda ad Eugenio:

Inizialmente mi affidavo al classico passaparola, amici fidati con cui avevamo in comune il vizio, se vogliamo definirlo tale, di trascorrere qualche ora o qualche notte fuori dal tram tram familiare. Inutile negarlo, il matrimonio porta all'appiattimento del desiderio sessuale, da entrambe le parti, e qualche vivace e piccante avventura extraconiugale aiuta a mantenere intatto il matrimonio, almeno così la penso io. Le prime volte provi un senso di colpa, dopotutto è un tradimento, ma col passare del tempo questa sensazione di peccato sparisce: è come avere un triangolo appuntito dentro nel petto, ed ogni volta che commetti questo peccato senti pungere lo spigolo, ti dispiace, stai male, ma lo rifai, e quello spigolo si smussa, molto velocemente, ed il rimorso diventa solo un ricordo. Devo dire che mai nella mia vita ho pensato di lasciare mia moglie per un'altra donna, il fatto di frequentare delle escort è come l'appetito, puoi sfamarti mangiando qualsiasi cosa, ma certe volte hai voglia di carne, altre di pesce, e se te lo puoi permettere puoi conoscere ogni sfumatura della cucina nazionale ed internazionale, e le ricette sono infinite.

Ma il passaparola è inaffidabile, alcune volte è andata bene, ma il più delle volte mi sono ritrovato in compagnia di belle donne con cui però non c'era feeling. E se ci ragioni su è logico: la donna che è perfetta per un uomo non significa che è automaticamente perfetta per tutti, e la cosa è reciproca. Quindi ho preferito iniziare a scegliere io stesso le donne con cui volevo accompagnarmi, ma scegliere non è né semplice né facile e confesso che ho collezionato una bella serie di fregature e delusioni, tra l'altro pagate molto care, ma nel corso degli anni ho imparato tantissimo ed ho affinato l'arte della ricerca dell'escort perfetta.

Oggigiorno il web è senza dubbio un enorme serbatoio di tentazioni femminili, ma proprio per la sua vastità e quantità di offerte diventa estremamente difficile evitare esperienze negative ed individuare invece vere donne di classe di alto livello. Quindi per rispondere alla domanda, si, uso internet per selezionare la donna per una notte, o per accompagnarmi durante un viaggio di lavoro all'estero, oppure per un semplice massaggio rilassante tra un appuntamento e l'altro, ma anche solo per il piacere di cenare assieme, chiacchierare, assistere ad un concerto, rilassarsi alle terme.

Escort di lusso su internet, ma qual é il segreto per trovare quelle giuste?

Eugenio ama parlare e raccontare, ma ci rendiamo conto che non ci sta svelando nessuna novità. E' risaputo che la ricerca di escort avviene al 99% su internet, ma il nostro obiettivo è quello di capire e farci svelare il suo personale modo di ricercare la donna perfetta su internet, quella che lui chiama la vera donna di classe, quindi lo incalziamo cercando di farci svelare il suo segreto.

Non ho un segreto per trovare il mio tipo di donna ideale, e non esiste un manuale di istruzioni, ma ho imparato due cose: la prima è che Google è molto più intelligente di quanto si possa credere, la seconda che nella ricerca non bisogna mai includere la parola "escort".

Spiazzati ed incuriositi dall'affermazione di Eugenio gli chiediamo: Puoi spiegare meglio cosa intendi? Come fai a trovare una escort se non scrivi la parola escort su Google?

Ecco vedi, è l'errore che ho commesso anch'io per diversi anni: se scrivi "escort" su Google, magari aggiungendo il nome della città dove ti trovi o dove intendi incontrarla, Google ti proporrà inevitabilmente sempre gli stessi siti pentolone, che contengono migliaia di annunci di escort, che definirle escort è un insulto alla professione. Nella maggior parte dei casi sono giovani ragazze studentesse o bramose di arricchirsi in fretta provenienti dell'est Europa o del Sudamerica, che stanno qualche settimana in Italia, fanno cassa, e poi se ne ritornano al loro paese. Belle ragazze si, ma prive di ogni esperienza di vita, prive di cultura, prive di tatto, prive di classe, prive di eleganza, spesso volgari, adatte solo per soddisfare i bollenti spiriti di uomini arrapati di ogni età che cercano solo uno sfogo sessuale al minor costo possibile.

Insoddisfatto e nauseato da questi risultati mi sono reso conto che io in realtà non cercavo una escort, bensì una donna, e bastava scrivere chiaramente su Google quale tipo di donna stavo cercando per far apparire siti o pagine che mai sarebbero apparse se avessi aggiunto la parola "escort". La parola "escort" è forviante quando fai una ricerca su Google, ti convoglia inevitabilmente verso siti che offrono prestazioni sessuali con il cronometro in mano. Ho scoperto così che le vere accompagnatrici di classe "volano basso", stanno nell'ombra, non hanno bisogno di pubblicizzarsi nei grandi siti, al contrario, cercano di esporsi il meno possibile, ed è tutto sensato, c'é una logica. Il mio genere di donna è come me, una insospettabile, una donna che si rende disponibile solo a persone come me, una donna che seleziona chi incontrare, una donna che molto spesso ha già una professione parallela anche importante, una donna che conosce lo stile di vita di certi ambienti, che sa muoversi, sa viaggiare, sa vestirsi, sa colloquiare, sa confrontarsi, sa riconoscere un vino, ha letto libri, è istruita, conosce il galateo, conosce le lingue, sa distinguere un tenore da un baritono, e non si presenta ad un'opera lirica alla Fenice vestita come una zoccola.... come mi è capitato.

e continua...

Mi ha colpito molto una definizione di una accompagnatrice con i fiocchi che ho conosciuto proprio su 1001notte, che nel proprio sito ha scritto "sono una amante in multiproprietà" davvero straordinaria ed in linea con il mio pensiero di relazione occasionale. Ma su Google puoi anche cercare "insospettabile fidanzata per una notte" oppure "donna con capelli rossi ed occhi azzurri che ama le cene galanti" oppure "femmina di alto bordo" e via dicendo... l'importante è non usare mai la parola "escort"!

A questo punto ci pare chiaro che Eugenio sta esattamente descrivendo - senza saperlo - l'effetto di una query a coda lunga, che in gergo tecnico si chiama "Long Tail Keyword" che abbinato al sempre più evoluto algoritmo di ricerca sviluppato da Google denominato "Search Intent" individua esattamente l'intento di ricerca di un visitatore, restituisce risultati che in qualche modo sono ciò che realmente si cerca. 1001notte è a conoscenza di questa tecnologia ed il portale è stato completamente adattato ed ottimizzato proprio per questo tipo d'utilizzo. La testimonianza di Eugenio ci ha confermato come i gentlemen scelgono le loro accompagnatrici, infatti aggiunge:

E' così che ho scoperto 1001notte e molti altri siti personali di accompagnatrici meravigliose che corrispondono esattamente al mio ideale di donna perfetta per un appuntamento galante occasionale o per una indimenticabile girlfriend experience, sempre nel massimo della privacy e discrezione.

I gentlemen utilizzano le "escort agencies", vero o falso?

Non ho dati statistici per rispondere a questa domanda, posso parlare per me stesso e per i miei amici. Se le agenzie di escort esistono significa che funzionano, se sono così prolifiche significa che ci sono tante persone che le utilizzano. Chi siano queste persone e a quale ceto sociale appartengono non lo so. Personalmente ho provato alcune volte ad utilizzarle, specie quando ero all'estero, dove sono legali, ma il risultato non mi ha mai entusiasmato, proprio per le ragioni che ho spiegato prima: io amo scegliere e parlare direttamente con la donna prima di concordare un appuntamento. Se utilizzi una Escort Agency puoi scegliere la donna in un catalogo, ma poi devi accordarti telefonicamente con un intermediario, e spesso questi personaggi danno l'impressione di essere loschi individui, ma è una mia personale sensazione. Forse mi sono rivolto alle agenzie sbagliate comunque non mi piace questa cosa e non mi piace sottoscrivere contratti. Preferisco pagare di più ma non avere nessun vincolo, di durata, luogo, servizi. E allo stesso modo la pensano gli amici del mio ambiente. Suppongo che il cliente tipico delle agenzie di escort sia il classico business-man in trasferta sotto stress e con i minuti contati che si fa recapitare una ragazza in camera, ed io - fortunatamente - non appartengono a questa categoria.

Dopo queste rivelazioni e visto che Eugenio è propenso a parlarne senza nessuna riluttanza abbiamo cercato di farci svelare qualche altro segreto su come i gentlemen si approcciano alle loro compagne occasionali.

Quali accorgimenti prende un Gentlemen quando fissa un appuntamento con una accompagnatrice?

Beh io personalmente sono un uomo che ama la perfezione e l'organizzazione, è la pianificazione è congenita dentro di me, quindi quando decido di farmi un regalo di questo tipo organizzo tutto con largo anticipo, anche di una settimana, anche perché il mio target di donna è quasi sempre impegnata quanto me, quindi anche lei ha bisogno di tempo per organizzarsi. Il last-minute proprio non esiste con le accompagnatrici di alto livello.

Altro accorgimento importante è farsi una bella chiacchierata al telefono, è indispensabile per entrambi per capire se c'é feeling, per prendere informazioni reciproche, per organizzare l'appuntamento, per prenotare stanze in hotel, posti al ristorante o voli, per dare delle garanzie ed eventuali anticipi a titolo di caparra. Io quasi mai chiedo dove si trova, perché con poche decine di euro oggigiorno prenoti un volo e raggiungi qualsiasi città italiana o europea, e le vere donne di classe sanno fare il trolley in fretta senza perdersi in un bicchier d'acqua e senza farsi troppe paranoie quando capiscono che hanno a che fare con un gentleman.

Una cosa da non si deve mai fare è negoziare sul prezzo. Se lo fai le donne capiscono immediatamente che non sei un gentlemen. Hanno ragione, loro sanno quanto valgono, loro si mettono a tua disposizione, loro si devono preparare, truccare, vestire, loro si devono organizzare, loro ti devono raggiungere, loro ti dicono il loro compenso, che non può essere basso: puoi accettare senza battere ciglio oppure dire no mi spiace, ma negoziare mai! Se non puoi permetterti una accompagnatrice di lusso evita di chiamarla, evita di farle perdere tempo e rivolgiti al puttanaio di escort che popolano il web.

Ci sembrano 3 regole d'oro, che però molti uomini che contattano una escort di alto livello non rispettano, pur essendo sempre ben specificate nei siti personali delle escort. La maggioranza degli uomini pensa che una donna escort sia disponibile schioccando le dita. Questo atteggiamento è una vera piaga che irrita le professioniste del settore.

Ma i gentlemen leggono i siti personali delle accompagnatrici?

Mi sembra scontato! Del resto è proprio nei siti personali delle escort che trovo il modo di vederle nella loro completezza e contattarle. Certo non tutte hanno un sito personale, ma il sito personale è il biglietto da visita di ogni escort professionista che si rispetti. E' doveroso leggere le condizioni d'incontro, ognuna ha le proprie. Non bisogna soffermarsi a guardare solo le foto patinate e poi attaccarsi al telefono. Le escort si fanno il sito personale soprattutto per filtrare i contatti, e per evitare di ripetere a tutti le stesse cose. Devi leggere il sito prima di comporre il numero, non solo guardarlo. E' una forma di rispetto. Devo anche aggiungere che un po' diffido da chi non ha il sito personale, ma capisco che alcune donne di classe a pagamento hanno validi motivi per non crearlo.

I gentlemen leggono le recensioni delle escort?

Personalmente trovo disgustoso recensire una donna con cui hai avuto una prestazione sessuale a pagamento. Ma certo mi è capitato di leggere delle recensioni di escort: sotto alcuni aspetti sono anche divertenti, ma lo squallore predomina. Di sicuro non mi faccio influenzare dalle recensioni e ti dirò di più, se scopro che una donna a cui sono interessato ha delle recensioni perdo l'interesse verso di lei. Mi è capitato una volta che mentre stavo parlando al telefono con una accompagnatrice mi ha detto - "Ma hai letto le mie recensioni? Hai visto che sono prima a Roma?" - Le ho risposto gentilmente che sarei andato a leggerle e non l'ho più richiamata. Taaaaac depennata!

Che gli omuncoli si divertano e si vantino delle loro perfomances sessuali e diano un voto alla escort posso anche accettarlo e capirlo, ma che una donna escort si vanti delle recensioni e della sua posizione in classifica mi deprime e per essere più esplicito lo dico in spagnolo per non essere volgare: mis bolas se caen, scusate ma non trovo un modo più elegante per rendere l'idea.

Penso che una vera donna di classe o una escort di lusso non ha bisogno di recensioni, anzi ne stia alla larga. Tra l'altro una mia "amica" mi raccontava che quello delle recensioni è un business, e che ha dovuto faticare non poco per fare togliere da un sito alcuni commenti che la riguardavano. C'è addirittura la compra vendita di recensioni negative e positive. Ridicolo! Ma da uomo d'affari devo dare atto che se è un business allora va rispettato, anche se non lo condivido.

Dicono che le recensioni di escort evitano le fregature, è vero?

Rispondo con una citazione: "Ho fatto l'amore dappertutto meno che in una cabina elettorale. Là ho preso solo delle fregature.“ Battute a parte le fregature fanno parte della vita, puoi tentare di schivarle ma prima o poi ci sbatti contro, e vale anche con le donne, siano esse mogli, amanti, amiche, puttane. Hanno senso le recensioni delle strutture ricettive, hotel, ristoranti, ma qui stiamo parlando di donne. Sono in gioco valori di altissimo livello personali, emotivi, empatici, intimi, alchemici, estetici, sensoriali, gustativi, olfattivi, e le variabili possono essere infinite. Il cocktail che può piacere a me può essere disgustoso per altri, e viceversa.

Perché dovrei fidarmi delle recensioni? Dieci persone scrivono che la ragazza si è comportata male o è stata frettolosa o non ha mantenuto le promesse fatte al telefono? Ma come si sono presentate queste dieci persone? Erano pulite? Sono state educate? Sono state gentili? Sono state rispettose? Puzzavano o profumavano? Che pretese avevano? Che maniere avevano? Ma soprattutto chi erano visto che l'anonimato - purtroppo - ci permette di scrivere di tutto su tutti? Chi mi garantisce che quelle recensioni sono vere o sono state invece scritte ad arte per screditare una particolare ragazza a beneficio di un'altra, o per costringerla ad iscriversi al sito per controbattere?

Lo dico francamente, anche a nome delle persone che conosco che come me amano gli incontri clandestini: non credo che le recensioni evitano le fregature, oserei direi il contrario! Ma ognuno è libero di credere quello che vuole.

Il ragionamento di Eugenio non fa una piega, ma non siamo completamente d'accordo con lui. E' chiaro e risaputo che le recensioni possono essere manipolate, ma è comunque un "termometro" che permette di raccogliere informazioni su escort che non possono permettersi un sito personale o annunci su portali prestigiosi o shooting fotografici professionali. Spetta a chi le legge le recensioni interpretarle nel giusto modo e dare la giusta credibilità. Sappiamo che la gestione delle recensioni è estremamente difficile e complessa, proprio per la presenza del mercato delle fake reviews che possono glorificare o distruggere la reputazione di una escort, anche di alto livello. Noi di 1001notte abbiamo preferito non gestirle, anche perché ce lo chiedono le inserzioniste stesse e la maggioranza dei nostri visitatori la pensa come Eugenio. Per chi invece vuole servirsene ci sono siti delegati e strutturati per farlo, che possono essere più o meno attendibili.

Quali sono le donne, escort, accompagnatrici, che piacciono ai Gentlemen?

Come ho detto e ripetuto, i gusti di ogni uomo sono molto personali e soggettivi. Ma posso dire con assoluta certezza che almeno nel mio ambiente, ci sono dei connotati e caratteristiche comuni, che però riguardano solo marginalmente l'estetica e l'aspetto fisico della donna. Partiamo dal presupposto che tutte le donne sono belle, ognuna a modo proprio.

Puoi tentare di fare un elenco delle doti di una donna che i gentlemen richiedono?

Una donna che mi fa perdere la testa e mi stimola ad incontrarla deve possedere tutti (o quasi) questi 10 requisiti non facili, e non necessariamente in questo ordine:

  • Classe
  • Raffinatezza
  • Portamento
  • Eleganza
  • Espressività
  • Sensualità
  • Malizia
  • Intelligenza
  • Cultura
  • Senso dell'humor
Do per scontato che educazione, gentilezza, discrezione, affidabilità siano caratteristiche insite di default nella ipotetica donna ideale che stiamo delineando, nel senso che se anche possiede tutti i 10 requisiti sopra descritti ma è maleducata o indiscreta, non ha nessuna chance di diventare la mia amante occasionale, né per un un'ora né tantomeno per un weekend, a prescindere dal suo aspetto fisico, dalla sua disponibilità, e dal suo cachet, che potrebbe essere anche gratis.

Ci sono poi dei quid che personalmente rendono la donna irresistibile, al punto da perdere la testa, e desiderare la sua compagnia a qualsiasi costo: un seno naturale, non importa la misura ma naturale, gambe lunghe ed affusolate, sopracciglia disegnate ad ali di gabbiano, una leggera timidezza, anche se simulata, un vestito lungo con lo spacco, la non ostentazione della propria cultura, delle proprie conoscenze, dei propri contatti, l'umiltà associata alla dignità, l'amore e la sensibilità verso gli animali, l'essere un po' bambina ed apparentemente ingenua, riuscire a fare espressioni da gatta morta, accettare dei piccoli ordini senza considerarli imposizioni o una forma di sottomissione, saper baciare realmente, ed altre cose che però non voglio dire.

Al contrario, ci sono caratteristiche che io personalmente non gradisco e che se presenti tendono a farmi declinare l'incontro, sto parlando di tatuaggi troppo estesi e piercing, il chewing gum in bocca, la rasatura dei capelli laterale, lo smalto delle unghie giallo, e tutte quelle che già al telefono ti dicono "ciao tesoro" o "ciao amore" ancor prima di presentarsi.

Il non plus ultra di una accompagnatrice di alto livello per gentlemen deve essere la capacità di farti dimenticare che è una escort e darti la sensazione di essere una donna che è lì con te, solo per te, come se fosse il primo appuntamento tra due aspiranti fidanzati.

Ladies & Gentlemen, ecco il mondo che vi aspetta!

Nel mondo delle escort di lusso, delle accompagnatrici di classe, delle finte fidanzate, delle amanti insospettabili, dei gentlemen generosi e clienti facoltosi, ci si diverte alla grande e con grande stile.

E' un mondo molto lontano da quello che i punters a caccia di escort low cost conoscono e vivono tra ambienti improbabili, condomini grigi della periferia, porte socchiuse ed ambienti oscuri, dove si entra sottovoce, si consuma la prestazione a tempo di record, e mentre si fa sesso la ragazza risponde anche al telefono, e dopo nemmeno mezzora quasi si deve fuggire senza nemmeno una doccia perché il cliente successivo sta già sotto il portone di casa attendendo il suo turno. Squallide esperienze che hanno il solo scopo di soddisfare quasi bestialmente un bisogno fisiologico dell'uomo con una ragazza qualsiasi, e che lasciano un grande amaro in bocca ed una sensazione di vuotezza a volte davvero triste. Sono cose che gli stessi clienti raccontano nelle loro recensioni, recensioni credibili perché non parlano della ragazza ma del proprio stato d'animo dopo un rapporto consumato in questo modo.

Sentiamo invece cosa ci racconta Eugenio dei suoi incontri:

Per quanto mi riguarda i miei appuntamenti clandestini sono e devono essere piacevoli, altrimenti non li farei. Io li considero regali che faccio a me stesso. Chi sarebbe così stupido da farsi un regalo che non piace? Naturalmente l'essere benestante mi permette di scegliere donne di rango molto belle e luoghi d'incontro particolarmente esclusivi e di alto livello. Il lusso ha un potere afrodisiaco per le donne ma anche per gli uomini, uomini e donne di tutte le età. A contribuire al successo dei miei incontri gioca a mio favore il fatto che so muovermi, so viaggiare, conosco molti posti, molti ristoranti, ma soprattutto ho anche tanti amici che condividono lo stesso mio stile di vita con cui ci scambiamo favori e coperture. Io presto la barca ad uno, l'altro presta la baita a me, io consegno le chiavi della mia villa ad uno e l'altro mi presta l'attico a Nizza, e via dicendo.

Mi rendo conto di essere un privilegiato sotto questo punto di vista, ma mi rendo anche conto che le donne sono la mia droga: le donne sono troppo belle, mi piace la loro compagnia, ho bisogno delle donne. Mi rilassano, mi fanno star bene, mi divertono, mi stimano, e qualcuna mi ama pure sono convinto. Piacerebbe a tutti trascorrere del tempo con donne così credo. Poi io non sono un trasgressivo, sessualmente parlando, non ho bisogno di sesso estremo o bondage, mi piacciono le cose semplici, tradizionali, spontanee. Quando bevo un drink seduto in una bella terrazza, magari a Ravello, in compagnia di una donna di classe che mi sorride, ed accavalla le gambe mentre parliamo e ridiamo, io sono già appagato. Mi piace il profumo delle donne, mi inebria, mi stordisce, praticamente sballo. Sarà costoso ma penso sia molto più sano dell'ecstasy o della cocaina. Ma ditemi, cosa c'é di più bello ed appagante di una bella donna? Le donne sono la vita!

Una delle cose che mi piace di più è sapere che dopo un impegno di lavoro ritorno a casa o in hotel, e trovo ad aspettarmi una bella fanciulla, a volte anche due. Si spesso invito ed ospito la mia "amante" con una sua amica, così viaggiano assieme, si fanno compagnia, si divertono, vanno a fare shopping, e non si annoiano mentre io sono fuori per lavoro. Loro hanno la loro camera, io la mia, ed il prezzo è quasi lo stesso.

In effetti, vissuto in questo modo, il mondo dell'escorting di lusso è senz'altro bello ed appetibile. Già lo sapevamo, non avevamo dubbi, ma sentirlo raccontare da un diretto interessato fa un altro effetto e pensiamo possa essere interessante ed utile a chi è interessato all'argomento. Da parte nostra non ci resta che prenderne atto. Quello che stride e fa impressione è il confronto tra l'ambiente dell'alto livello sopra descritto e lo squallore delle esperienze low cost fatte dai punters. Sono mondi agli antipodi! Per non parlare della piaga della prostituzione di strada. Ma l'intervista non è finita, ed abbiamo ancora un paio di domande da fare ad Eugenio.

Nel mondo delle accompagnatrici di lusso ci sono anche donne famose?

A questa domanda Eugenio fa un gran sorriso e quasi sembra essere imbarazzato, sembra esitare o misurare le parole prima di rispondere. Non comprendiamo pienamente il suo status, e questa attesa si trasforma quasi in suspense. Poi inizia a rispondere con un tono apparentemente piccato ma in realtà sornione.

Se ci sono io ci sono anche loro! Per quale motivo non dovrebbero esserci? Ovviamente per questioni di privacy non vanno in giro a pubblicizzarsi su internet con il loro nome reale, e tantomeno usano le loro foto, ma ci sono eccome, e non solo donne famose, ma anche celebrità e VIP! Sono le cosiddette "fuori listino", il top di gamma, ed è estremamente difficile incontrarle. Se capita, capita per caso o per passaparola. Sono le vere "insospettabili". Ed è anche questo il bello degli incontri nell'ambiente di alto livello: la possibilità di avere la sorpresa di trovarti di fronte una celebre modella internazionale, oppure la moglie (o ex moglie) di un noto personaggio della musica, oppure ancora una nota opinionista ospite dei talk show di Mediaset, la conduttrice di un seguitissimo format televisivo, una blogger con milioni di follower, una giornalista affermata e combattiva, ma anche la dirigente di un'azienda con cui hai collaborato, una nobile contessa che hai conosciuto in vacanza in Toscana qualche anno prima, l'imprenditrice che ti ha venduto la casa in Grecia, o la timida receptionist dell'albergo a cinque stelle dove hai prenotato tante volte a Milano, oppure la vicina di casa che ha detto al marito che sarebbe andata alle Terme, oppure l'insegnante di tua figlia, la psicologa di un tuo amico, insomma può capitare di tutto, ed in questi casi resto sbalordito io e rimangono sbalordite anche loro, e l'interesse a custodire il peccaminoso segreto è reciproco.

Covid ed incontri di lusso, cosa è successo e cosa succederà?

La pandemia Covid-19 dichiarata ufficialmente dall'OMS l'11 marzo 2019 ma iniziata in realtà molto prima, è stata una vera tragedia umana ed economica per tutti, a livello mondiale, ed è purtroppo tuttora in corso. Preferisco non parlare dell'argomento, sarebbe quasi offensivo raccontare i miei "relativi" disagi e quelli vissuti dalle escort di qualsiasi livello durante questo infausto periodo, quando ci sono intere famiglie sul lastrico a causa dell'interruzione e distruzione delle normali attività lavorative. Quindi come segno di rispetto verso coloro che soffrono mi taccio.

Ringraziamo Eugenio per averci concesso questa esclusiva intervista, e ringraziamo tutti coloro che sono arrivati a leggere con interesse fino alla fine questo lungo articolo.


DIFFIDA VIOLAZIONE DI COPYRIGHT

Diffidiamo chiunque dall'usare, senza la nostra autorizzazione, i contenuti di questa pagina, anche se parzialmente. 1001notte è il titolare esclusivo di tutti i diritti di questo articolo pubblicato per la prima volta in data 24 agosto 2021, ed esegue con frequenza dei controlli anti frode copyright avvalendosi di sofisticati strumenti anti plagio. Pertanto gli eventuali responsabili di violazioni saranno perseguiti e passibili di condanna secondo la legge sul diritto d’autore.

Redazione 1001notte

  • Visite: 226